Passa ai contenuti principali

Post

“Volevo la droga senza pagare e ho ucciso”.La drammatica confessione di Karol Lapenta dinanzi al Giudice

Ero andato all‘appuntamento con Pascuzzo con il coltello perchè volevo 50 grammi di erba senza pagare”. E’ questa la drammatica quanto inquietante frase riferita da Karol Lapenta, il 18enne reo confesso dell’omicidio di Antonio Alexander Pascuzzo, durante l’interrogatorio tenuto dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Lagonegro Vincenzo Saladino. Una furia cieca quella del giovane apprendista macellaio, dettata dal bisogno di impossessarsi di un modesto quantitativo di marijuana. “Pascuzzo mi aveva detto che il prezzo di quell’erba era 500 euro, ma io non avevo quella somma con me”. Non un litigio, non un dissidio: Pascuzzo, secondo la ricostruzione resa in fase di confessione da Lapenta, avrebbe appoggiato il sacchetto vicino ad una tavola che chiude il capannone dismesso nei pressi della piscina per nasconderlo. “Per paura di essere scoperto con l’erba addosso, così sarei passato in un secondo momento a prenderlo” la giustificazione di Lapenta. Ma il gio…
Post recenti

Piano Sociale di Zona S10, 3milioni 200mila euro per 10 Asili Nido: 630mila euro a Sala Consilina

Servizi assicurati per 10 Asili Nido o Micro-Nidi ospitati nei comuni afferenti al Piano Sociale di Zona S10, grazie ad un maxi-finanziamento di 3milioni 204 mila euro decretato dalla Giunta Regionale della Campania.Si tratta certo di un’ottima notizia per il welfare dei territori del Vallo di Diano e del Tanagro, ed in particolare per le giovani famiglie che in essi risiedono. “Abbiamo ottenuto –conferma Francesco Cavallone, sindaco di Sala Consilina, Comune capofila del Piano Sociale di Zona S10- fondi davvero consistenti, che sono stati concessi nell’ambito dell’avviso pubblico relativo a Nidi e Micro-Nidi, finalizzato ad interventi di realizzazione, ristrutturazione, adeguamento, ammodernamento e qualificazione delle strutture e dei servizi educativi inseriti del sistema integrato regionale di educazione ed istruzione. In particolare il finanziamento sarà utilizzato per le spese di gestione, funzionamento e manutenzione degli asili nido di ben 10 comuni del nostro Piano di Zona …

A Sala Consilina 25 Aprile con Liberi Tutti ed una petizione:” Via Roma torni ad essere via Bove”

La giornata del 25 Aprile è stata una giornata ricca di appuntamenti a Sala Consilina, grazie alla manifestazione “Liberi Tutti” promossa nell’ambito di E20 Positivi. La mattinata è iniziata con una passeggiata partita dall’auditorium Cappuccini e terminata in Piazza Umberto I. Proprio nella centralissima piazza Umberto I si sono tenuti durante tutto il giorno, incontri, dibattiti, rappresentazioni teatrali ed esibizioni sportive. Alle 11,30, sono iniziati i lavori con un intervento del professor. Vincenzo Esposito, docente di Antropologia Culturale presso l’Università degli Studi di Salerno, ed una importante iniziativa del gruppo Positivo che ha lanciato una petizione affinchè l’attuale Via Roma torni alla sua originaria nomenclatura, ovvero via Michelarcangelo Bove. A seguire è stato il momento de La Cantina delle Arti e della pièce teatrale che ha visto Enzo D’Arco, Marzio D’Arco ed Antonella Giordano cimentarsi con un estratto di “Morso di Luna Nuova”, di Erri De Luca. Nel po…

Sant’Arsenio: presunti abusi sulle figlie minorenni, confermato l’allontanamento del padre

Il Gip del Tribunale di Lagonegro ha confermato la misura cautelare l’allontanamento dalla casa familiare del padre di due minorenni di Sant’Arsenio accusato di averle costrette a compiere atti sessuali con lui. L’avvocato Erminio Cioffi, difensore dell’uomo nel corso dell’interrogatorio di garanzia ha fatto presente che ci sarebbero state una serie di violazioni alla Carta di Noto in merito all’escussione delle due minorenni. Il padre ha risposto alle domande del GIP respingendo tutte le accuse mosse nei suoi confronti. La vicenda è venuta alla luce in seguito alla denuncia sporta dalla moglie dell’indagato alcuni giorni fa: la donna si è recata dai carabinieri subito dopo essere venuta a conoscenza di quello che era accaduto grazie al racconto fattole dalla figlia.-infocilento.it -

Sicurezza nel Vallo di Diano.La Lega:”Chiediamo di rafforzare i controlli con la presenza dell’esercito”

La Lega Vallo di Diano intende presentare la propria proposta agli Amministratori del Vallo di Diano, alla luce dei problemi legati alla sicurezza del territorio e allo spaccio di droga anche tra giovanissimi. “Come forza politica presente sul territorio – esordisce Giuseppe Vitolo, Coordinatore della Lega Vallo di Diano – vogliamo presentare una nostra proposta ai sindaci del Vallo. Chiediamo che vengano migliorate le condizioni di sicurezza e rafforzata l’attività di controllo attraverso la presenza dell’esercito. Vorremmo affiancare anche un’attività di prevenzione, infatti, proponiamo ai comuni di esternalizzare la gestione del procedimento sanzionatorio delle violazioni delle norme del Codice della Strada e di Polizia Amministrativa, di modo da poter affidare in prevalenza al Corpo di Polizia Municipale funzioni di prevenzioni dei reati”. “Sotto il profilo strettamente sociale – continua – facciamo richiesta alle Associazioni presenti sul territorio di aiutarci ad istituire un…

‘Ndrangheta e Vallo di Diano. Al processo “Frontiera” ascoltato l’ex Comandante del ROS di Salerno

Prosegue al Tribunale di Paola, in provincia di Cosenza, il rito ordinario del processo “Frontiera”, il procedimento che prende il nome dall’omonima operazione condotta nel luglio del 2016 dai Carabinieri del ROS in Calabria, Campania, Basilicata e Lombardia. I militari dell’Arma, nell’occasione, diedero esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catanzaro su richiesta della locale D.D.A., nei confronti di 58 persone indagate per associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, estorsione, rapina, usura, illecita concorrenza con violenza e minaccia ed altri delitti. Coinvolte nell’operazione anche quattro persone del Vallo di Diano, Vito e Cono Gallo, padre e figlio di Sala Consilina, Enzo Casale e Fabrizio Vitale, anch’essi di Sala Consilina. L’indagine partì nel settembre del 2014 in seguito all’omicidio del sindaco di Pollica, Angelo Vassallo e, proprio con l’operazione “Frontiera” ha…

Omicidio Pascuzzo. Il sindaco di Buonabitacolo, Giancarlo Guercio, in prefettura dopo la lettera di richiesta di “aiuto”

Questo pomeriggio il sindaco di Buonabitacolo, Giancarlo Guercio, sarà ricevuto dal vicario vice prefetto Forlenza in Prefettura a Salerno. L’incontro è stato organizzato in seguito all’istanza di incontrare il prefetto dopo l’omicidio di Alexander Pascuzzo per chiedere un aiuto concreto a quanto avvenuto nel comune valdianese con l’uccisione del 18enne pusher a opera di Karol Lapenta per una questione legata alla droga. In attesa di sviluppi processuali e investigativi, laddove ce ne saranno, si sta muovendo anche la parte politica del territorio. Nei prossimi giorni sarà convocato un tavolo con i sindaci del comprensorio per comprendere a che punto è il problema droga nel Vallo di Diano. Quali possono essere le soluzioni e quale lo stato di allarme. Appare ovvio anche un tavolo di concertazione con le forze dell’ordine per confrontarsi sul caso. Occorre anche aggiungere che il caso di Buonabitacolo, al di là delle tragiche conseguenze, non è un caso isolato. Circa due anni fa a Pol…