05/06/17

Maxi rissa all’ospedale di Polla. Rumeni offendono barista, 11 persone arrestate


Undici persone arrestate di cui due di nazionalità rumena, per rissa aggravata e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, è il bilancio dell’operazione dei militari della Compagnia Carabinieri di Sala Consilina coordinati del Capitano Davide Acquaviva. Nello specifico i militari della Stazione Carabinieri di Polla e dell’Aliquota Radiomobile, attraverso tempestive indagini e la visione di numerosi sistemi di videosorveglianza hanno ricostruito che, alle ore 20:00 circa di ieri, all’interno di un bar di Polla, due cittadini rumeni, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta ad abuso di alcool, hanno offeso e hanno fatto degli apprezzamenti alla titolare dell’esercizio commerciale, gettandole dell’alcool indosso ed ingaggiando una prima colluttazione con il fratello della donna, lì presente. Quale conseguenza delle lesioni riportate nel litigio, i due cittadini rumeni si sono recati presso l’Ospedale pollese per ricorrere alle cure mediche: in tale frangente, sono sopraggiunti – nella sala visite del nosocomio – i familiari della donna ingiuriata che, con scopo di vendetta hanno iniziato una rissa. Durante la rissa, i medici, gli infermieri addetti ed i pazienti in attesa, hanno dovuto trovare riparo all’interno del reparto di medicina generale dell’Ospedale fino al pronto e decisivo intervento di numerose pattuglie della Compagnia di Sala Consilina che hanno risolto l’evento criminoso in atto. Due dei militari, nel tentativo di separare i contendenti, hanno riportato lesioni guaribili in circa 10 giorni di cure. I soggetti arrestati, tutti uomini, di cui cinque pregiudicati, hanno riportato lesioni giudicate guaribili tra i 6 ed i 15 giorni di cure; un soggetto ha riportato, invece, lesioni craniche con avulsione di denti e prognosi di 18 giorni. Gli arrestati sono stati tradotti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto e di applicazione di misura cautelare, disposto dall’Autorità Giudiziaria di Lagonegro.-italia2tv-

0 commenti:

Posta un commento