Passa ai contenuti principali

Il “118” del Vallo di Diano a rischio affanno con il trasferimento di Psichiatria a Vallo della Lucania: ecco perché

La mancata programmazione sanitaria nel Vallo di Diano e anche la mancata attuazione della programmazione stessa crea disagi e può creare problematiche all’utenza in molteplici modi. Un esempio è la gestione del reparto di Psichiatria di Sant’Arsenio, il suo trasferimento e le possibili conseguenze sul territorio. Il reparto di Psichiatria – si ricorderà – doveva essere trasferito dapprima da Sant’Arsenio a Polla con dei lavori da effettuare nell’ala vecchia del nosocomio. Una scelta approvata con tanto di delibera ma mai portata in essere. Dopo qualche anno il reparto è stato trasferito a Vallo della Lucania con “emigrazione” anche di parte del personale sanitario. Questo con la promessa – necessaria – di aprire a Polla il servizio di “One day night”. Ovvero l’attivazione degli otto posti letto per i malati psichiatrici. I pazienti – soprattutto chi deve essere sottoposto a Tso – con questo progetto potrebbero essere ricoverati per 24 ore a Polla prima dell’eventuale trasferimento a Vallo della Lucania. Un servizio previsto, progettato ma mai finanziato e attivato. Un disagio che però non riguarda “solo” le pur tante famiglie di malati psichiatrici ma anche l’intera cittadinanza valdianese. Il motivo è presto detto: sul territorio sono attivate tre ambulanze per le emergenze. Una a Polla, una a Teggiano e una a Padula, queste con medico a bordo per le prime emergenze (altre due postazioni sono a Sala Consilina e Sanza ma con ambulanze prive di medico a bordo). Il trasferimento di un malato psichiatrico a Vallo della Lucania significa occupare per più di quattro ore l’ambulanza, lasciando scoperta un’area ampia del territorio valdianese con conseguente possibile ritardo in caso di necessità di soccorsi. Un problema che più volte è stato sottoposto a chi di dovere e nelle sedi istituzionali ma senza mai risposte. Per fortuna che il personale del 118 anche facendo salti mortali sta riuscendo a garantire – grazie a professionalità e abnegazione – interventi precisi e puntuali, ma il rischio c’è e va risolto. L’emergenza-urgenza che dovrebbe rappresentare il motivo principale di vita del “Luigi Curto” in questa fase storica, rischia così di essere in affanno sin dall’inizio, dal primo soccorso. Questo perché non viene attivato un progetto promesso, previsto e progettato al “Luigi Curto”. Un servizio che riguarda sì i pazienti psichiatrici e le loro famiglie ma anche il resto del comprensorio ancora una volta preso in giro senza alcuna remora.-italia2tv-

Commenti

Post popolari in questo blog

Casa Surace a Sanremo 2018. “Proveremo a far mangiare il caciocavallo a Claudio Baglioni”

I ragazzi di Casa Surace e Sanremo 2018 sono il binomio che da qualche ora impazza sui social e, in particolare, nel Vallo di Diano, terra di origine di parte dei componenti della casa di produzione ormai nota in lungo e in largo per tutto lo Stivale grazie ai divertenti video, dal chiaro sapore meridionale, che mettono in evidenza vizi e virtù della generazione ai tempi dei social.Andrea Di Maria, Daniele Pugliese, Bruno Galasso, Riccardo Betteghella e gli altri “coinquilini” saranno infatti tra i protagonisti della 68^ edizione del Festival della Canzone Italiana in onda su Raiuno dal 6 al 10 febbraio, condotta da Claudio Baglioni in compagnia di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.Il ruolo di Andrea & Co. sarà particolare e decisamente social. Da metà gennaio, infatti, i ragazzi di Casa Surace partiranno in tour dal Sud (il luogo di partenza è in fase di definizione) diretti verso Sanremo. Nel corso del viaggio per la “Città dei Fiori” riempiranno un pacco con oggetti, me…

Entra in una concessionaria di Atena Lucana e porta via un’auto. Caccia al ladro

Una Fiat Panda è stata rubata nella mattinata di ieri dal piazzale della rivendita auto “Superauto” di Atena Lucana. Un uomo claudicante, probabilmente tra i 30 e i 35 anni, si è introdotto nella concessionaria e ha rubato l’auto, sprovvista di documenti e polizza assicurativa. Il titolare della concessionaria, dopo essersi reso conto della mancanza dell’auto, ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione di Sala Consilina che ora indagano per risalire all’autore del furto, utilizzando anche gli elementi forniti dal sistema di videosorveglianza.-ondanews-

Arbitri. 8 nuovi giovani fischietti della Sezione AIA di Sala Consilina superano gli esami di fine corso

Si sono svolti gli esami di fine corso per l’abilitazione al ruolo di arbitro di calcio. A presiedere la commissione d’esame il componente del Comitato Regionale Arbitri Vincenzo Francese della sezione di Battipaglia. In commissione anche il presidente della sezione di Sala Consilina Gianpiero Cafaro e l’organo tecnico Massimo Manzolillo.Domenico Tropiano invece nella funzione di segretario. L’esito positivo degli esami ha fatto sì che la sezione di Sala Consilina abbia acquisito 8 nuovi arbitri: Antonio Boccia, Daniele D’Alessio, Domenico D’Elia, Rocco Gallo, Emidio Lovaglio, Martino Monaco, Eleonora Tonti e Gianmarco Vegliante.Al termine degli esami, il presidente Cafaro e il componente Franzese, soddisfatti per il risultato conseguito, hanno espresso ai nuovi arbitri, oltre al benvenuto nella famiglia arbitrale, un grande in bocca al lupo per l’esperienza che stanno per intraprendere ricordando come sia fondamentale impegnarsi fin da subito per poter raggiungere i propri obiettivi…