Passa ai contenuti principali

Sala Consilina, allarme cinghiali ai Cappuccini: arrivano a pochi metri dalle case, famiglie preoccupate


È allarme cinghiali a Sala Consilina. Già nei mesi scorsi erano state diverse le segnalazioni arrivate da zone più che altro periferiche, ma negli ultimi giorni un gruppo di ungulati è stato avvistato più volte vicino al centro storico cittadino, in un’area abitata della zona Cappuccini.A raccontare per primo quanto accaduto è stato Nicola, che ha espresso la sua preoccupazione con un post sul social network Facebook, sulla pagina “Sei di Sala Consilina se…”.“Ieri sera dal balcone di casa in zona Cappuccini -ha scritto Nicola- ho visto un gruppo di 4 cinghiali, di cui uno veramente grande, che tranquilli e beati cercavano cibo in un campo di ulivi poco distante da casa mia. Per poco distante -continua Nicola- intendo circa 10 metri dalla strada con relativo parcheggio, il tutto ben illuminato quindi in piena luce!”.Nicola spiega di essere rimasto meravigliato dalla intraprendenza dei cinghiali, anche perché a monte del campo dove sono stati avvistati c’è una casa anch’essa ben illuminata. E non si tratta del primo avvistamento in quella zona, come poi confermato (sia sullo stesso post di Nicola che ai nostri microfoni) da Francesco, altro giovane residente nella palazzina posta a pochi metri dal campo che sembra ormai abitualmente visitato dagli ungulati.Da una verifica effettuata nella zona appaiono evidenti le tracce dei cinghiali, che hanno scavato solchi profondi nei terreni a pochi metri dalla strada, e davvero vicino al parcheggio e al cortile di una palazzina che ospita ben 9 famiglie. Dunque una zona densamente abitata, dove ovviamente ci sono anche bambini e anziani, oltre che ragazzi che di sera sono abituati a ritirarsi a piedi. Dunque il pericolo è reale e le famiglie residenti nella zona lanciano l’allarme, anche se non è ben chiaro chi debba intervenire e come, per evitare che i cinghiali possano arrecare danno alle persone e alle cose.-ITALIA2TV-

Commenti

Post popolari in questo blog

La rotonda di Caggiano è maledetta per i camion: un altro autoarticolato di traverso

C’è qualcosa che non va alla rotonda di Caggiano. Infatti questa mattina, poco dopo l’alba, un altro camion si è girato e si è posizionato in modo perpendicolare rispetto alla carreggiata. Per fortuna nessuna conseguenza per il conducente del mezzo pesante ma ancora una volta disagi per la circolazione stradale. Ancora una volta perché quel tratto di strada vede spesso incidenti simili. Solo una settimana fa un altro camion si è intraversato e sono servite diverse ore di lavoro per liberare il tratto stradale. Occorreranno delle verifiche, quindi.-italia2tv-

Sala Consilina : L'attrice Cristina Cappelli approda alla Scuola di Teatro "Paolo Grassi" di Milano

La Cooperativa Culturale La Cantina delle Arti comunica che una delle giovani attrici della Compagnia, Cristina Cappelli (nella foto con il maestro Enzo D'Arco), approda, dopo una dura selezione, alla Scuola di Teatro "Paolo Grassi" di Milano. Cristina si è avvicinata, a soli 14 anni, al Teatro della Cantina attraverso uno dei tanti Laboratori teatrali organizzati. Successivamente è entrata a far parte della Compagnia teatrale "La Cantina delle Arti": il Maestro Enzo D'Arco, capo-comico della Compagnia, ne ha scoperto le potenzialità e l'ha sempre sostenuta, fino al raggiungimento di questo importante traguardo. "La Cantina delle Arti si pone come baluardo Culturale-Artistico non solo per le attività proposte ma anche per la capacità di offrire ai giovani opportunità di formazione e di inserimento nel mondo dell'Arte teatrale - dicono i componenti della Compagnia - Ancora congratulazioni alla nostra Cristina Cappelli e come noi teatranti di…

Buonabitacolo (SA) : Perquisita questa mattina la casa di Giancarlo Guercio

Perquisita questa mattina su disposizione della Procura della Repubblica di Sala Consilina, la casa del segretario di Sinistra Ecologia e Libertà del Vallo di Diano-Golfo di Policastro, Giancarlo Guercio. Due agenti della Questura si sono prima recati presso l’abitazione della madre a Buonabitacolo e poi, in base alle informazioni della donna, presso l’abitazione di Policastro dove da qualche tempo vive Giancarlo Guercio. I due agenti hanno sequestrato il PC e alcune cassette, in relazione alla tragica morte del 21enne Massimo Casalnuovo avvenuta il 20 agosto scorso. Appena diffusasi la notizia, su Facebook si è scatenata immediatamente una vera e propria gara di solidarietà nei confronti dell’uomo politico da parte di moltissimi suoi amici, non condividendo un’azione "così forte" nei confronti di una persona animata soltanto dal desiderio di sapere la verità sulla morte di Massimo Casalnuovo, fino ad arrivare a togliergli il suo strumento di lavoro, rappresentato dal perso…