09/09/16

Sala Consilina: la struttura non è adeguata, chiude la Scuola Media di Trinità


La frazione di Trinità di Sala Consilina non avrà più la Scuola Media. La struttura, infatti, in seguito ad una verifica predisposta dall’amministrazione comunale ed eseguita da esperti del settore, ha dato esito negativo e le successive prove da carico eseguite hanno escluso ogni possibilità che la storica scuola di Trinità, di proprietà del comune, potesse riaprire i battenti. Un fulmine a ciel sereno per i docenti e soprattutto per gli oltre cento studenti che, suddivisi in due corsi, dovranno essere sistemati altrove. L’Amministrazione si è vista quindi costretta a trasferire, momentaneamente, le attuali classi presso il plesso principale “Giovanni Camera” di Sala Consilina per consentire agli alunni di poter iniziare il 14 settembre serenamente l’anno scolastico, garantendo a tutti le medesime opportunità. Lunedì 12 settembre alle 15.30 nell’aula magna del plesso della scuola primaria di via Matteotti l’Amministrazione incontrerà le famiglie degli alunni interessati per illustrare nel dettaglio la situazione. Luigi Giordano “Giusto un anno fa l’amministrazione comunale ha predisposto una verifica attenta su tutti gli edifici scolastici presenti sul territorio comunale, affidandone il controllo a degli esperti nel settore – ha riferito il vice sindaco di Sala Consilina Luigi Giordano –Purtroppo, al termine dei rilievi, sono emerse evidenti criticità che interessano la Scuola Media di Trinità e a questo punto abbiamo ritenuto giusto ed opportuno assicurare, prima di tutto, la sicurezza sia agli alunni che a tutto il personale docente e non docente.” “Contestualmente abbiamo chiesto un finanziamento per rifare ex novo la Scuola Media di Trinità – prosegue Giordano – Ci dispiace per qualche disagio che sicuramente si creerà ma abbiamo pensato che, prima di tutto, era doveroso far frequentare la scuola ai nostri alunni in totale sicurezza e voglio ringraziare il Preside Pietro Mandia per la fattiva collaborazione.” -redazione ONDANEWS -

0 commenti:

Posta un commento