29/06/16

Casalbuono, lettera aperta al Primo Cittadino: “Caro Sindaco, salva il mercato coperto!”

Una lettera aperta al sindaco di Casalbuono Attilio Romano chiede di salvare la struttura del mercato coperto di Calsalbuono. A scriverla è Angela Novellino, giovane cittadina casalbuonese attualmente in Svizzera per motivi di lavoro. La chiusura della struttura sita in piazza Michele Calabria si è resa necessaria per ragioni di pubblica sicurezza, ed in seguito alla relativa relazione del responsabile dell’Ufficio Tecnico Domenico Magliano l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Attilio Romano ha deliberato per la demolizione della struttura, risalente agli anni ’60. La diffusione della notizia del prossimo abbattimento del mercato coperto ha generato un forte dibattito anche sul social network Facebook, in particolare sul gruppo “Sei di Casalbuono se…”. Come sempre le opinioni sono diverse, ma in molti chiedono di salvare la struttura, che pur non avendo una valenza architettonica per i cittadini rappresenta un luogo della memoria e della storia casalbuonese. Ecco la lettera aperta inviata alla nostra redazione da Angela Novellino: “Caro Sindaco, Probabilmente risulteranno strane queste mie quattro righe. Mi permetto di disturbare (sia ben chiaro) non per polemica ma per esporre un mio pensiero. Ho saputo da poco che per questioni di sicurezza il mercato coperto di Casalbuono potrebbe essere abbattuto. Credo se si sia arrivati a questa decisione è perché non ci sono altre soluzioni, ma ti chiedo (e scusami se mi permetto il “tu”) di riconsiderare questa decisione. E non perché lo chieda io… ma in queste ore posso assicurarti che sono tanti i cittadini casalbuonesi che esprimono lo stesso sentimento. Crediamo che il mercato coperto sia un pezzo importante della nostra storia. Ultimamente ho potuto costatare che nel nostro paese sono state fatte cose ammirevoli… come l’inserimento di telecamere e la differenziata in modo molto adeguato. Ho saputo che c’è in progetto per inizio anno nuovo l’adeguamento di Via Roma… Queste cose fanno capire che c’è la volontà e il cuore di mantenere ciò che tutti noi amiamo: “il nostro adorato Casalbuono”. Il mercato coperto racchiude tanti ricordi… Dai nonni che accendevano lì un fuocherello quando all’alba si recavano alla posta per percepire la loro pensione… agli amori nati con il primo bacio…. E chissà le persone più grandi di me quanti ricordi e storie potranno raccontarci. Caro Sindaco… Caro Attilio… Mi fermo qui, con le parole nel cuore che non riesco a mettere nero su bianco e con la speranza che si possa agire in modo diverso. Grazie per questi minuti dedicati a leggere queste mie piccole frasi… Forse un pò confusionarie… Ma venute fuori dal cuore. Un saluto al mio adorato paesello”. Angela Novellino

0 commenti:

Posta un commento