Passa ai contenuti principali

Teggiano, possibile sorgente di acqua sulfurea scoperta dal Codacons: il video

Potrebbe essere una sorgente di acqua sulfurea quella individuata dal dott. Salvatore Gasparro nella parte estrema della “zona industriale” di Pantano di Teggiano.A darne notizia è Roberto De Luca, responsabile della sede Codacons Vallo di Diano, che sottolinea come nell’area in questione un sito di elevato pregio ambientale coesista con l’area PIP. Il sito, individuato dalla Carta di destinazione d’uso del territorio (approvata dalla Comunità Montana locale nel febbraio 2003) è denominato “Areale della cicogna” per la presenza periodica della cicogna bianca, che anche quest’anno è tornata a nidificare sull’ormai famoso traliccio dell’Enel.“la sorgente di acqua sulfurea –evidenzia Roberto De Luca- è stata individuata circa 6 Km di distanza da quella scoperta, nella primavera del 2010, in via Molinella in Silla di Sassano. Le sorgenti –continua De Luca- hanno in comune un fatto: sono poste a ridosso delle isole ecologiche dei rispettivi paesi, segno che la natura sa anche essere beffarda, a volte”. Secondo il responsabile del Codacons Vallo di Diano la prima sorgente è stata completamente ignorata dall’amministrazione comunale di Sassano, che avrebbe provveduto a coprirla.“Nessuna analisi e nessuna indagine fatta –conferma De Luca- eppure, potrebbe esistere una vena acquifera sotterranea abbastanza estesa, lungo la fascia pedemontana che va da Silla a Pantano”. Per il Codacons tutto ciò potrebbe trasformarsi in risorsa, ed in un vero e proprio tesoro nascosti. “Si pensi solamente –sottolinea De Luca- all’indotto che si potrebbe creare intorno a un possibile sfruttamento delle sorgenti. Per questo –annuncia il responsabile del Codacond Vallo di Diano- ci rivolgeremo al Commissario del Comune di Teggiano, quando il 15 Marzo una nostra delegazione andrà a colloquio per parlare della gestione delle risorse idriche. Faremo un appello affinché si possa cominciare già da oggi a conoscere la natura del liquido della sorgente, oltre a parlare della questione CONSAC S.p.A. Chiederemo –conclude Roberto De Luca- che venga lasciato, alla futura amministrazione, un memorandum sulle cose fatte e da fare, affinché questo prezioso dono di primavera possa essere raccolto dalle future generazioni”.-italia2tv-

Commenti

Post popolari in questo blog

Casa Surace a Sanremo 2018. “Proveremo a far mangiare il caciocavallo a Claudio Baglioni”

I ragazzi di Casa Surace e Sanremo 2018 sono il binomio che da qualche ora impazza sui social e, in particolare, nel Vallo di Diano, terra di origine di parte dei componenti della casa di produzione ormai nota in lungo e in largo per tutto lo Stivale grazie ai divertenti video, dal chiaro sapore meridionale, che mettono in evidenza vizi e virtù della generazione ai tempi dei social.Andrea Di Maria, Daniele Pugliese, Bruno Galasso, Riccardo Betteghella e gli altri “coinquilini” saranno infatti tra i protagonisti della 68^ edizione del Festival della Canzone Italiana in onda su Raiuno dal 6 al 10 febbraio, condotta da Claudio Baglioni in compagnia di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.Il ruolo di Andrea & Co. sarà particolare e decisamente social. Da metà gennaio, infatti, i ragazzi di Casa Surace partiranno in tour dal Sud (il luogo di partenza è in fase di definizione) diretti verso Sanremo. Nel corso del viaggio per la “Città dei Fiori” riempiranno un pacco con oggetti, me…

Trovato senza vita sotto il Ponte Valiterno a Sacco il 35enne di Sala Consilina Diego Campiglia

È stato trovato senza vita nel crepaccio sotto il ponte Valiterno lungo la Strada Provinciale 11 del Corticato, nei pressi del centro abitato di Sacco, Diego Campiglia, il 35enne di Sala Consilina di cui non si avevano più notizie da ieri pomeriggio. Le ricerche del giovane si sono protratte per tutta la notte e questa mattina è avvenuto il tragico ritrovamento. Il recupero della salma è stato affidato ai Vigili del Fuoco rocciatori del Comando Provinciale di Salerno. Le tracce del 35enne si erano perse subito dopo uno scontro tra la sua Peugeot ed un’Alfa Romeo Giulietta avvenuto lungo la SP11. Diego Campiglia si era allontanato dileguandosi nel vuoto. Sul posto per le ricerche sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania diretti dal Capitano Mannaro Malgieri, i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina, quelli del Soccorso Alpino Fluviale di Salerno e i volontari di Protezione civile. L’uomo lascia la moglie e due bambine. – Chiara Di Miele…

Nel Vallo di Diano: lo scrutinio dura troppo, marito pretende che la moglie scrutatrice torni a casa prima. Intervengono i carabinieri

Episodi quanto meno particolari e parole grosse sono volate all’interno di un seggio del Vallo di Diano. L’episodio più “strano” è capitato intorno alle 5 del mattino quando, un uomo ha chiesto al presidente, non con toni gentilissimi, di far tornare la moglie, scrutatrice, a casa considerato che fosse tardi. L’uomo, ha ascoltato l’intervento del presidente di seggio che spiegava che la cosa non era possibile, e ha iniziato ad inveire tanto che il presidente si è visto costretto a chiamare i carabinieri per farlo allontanare dal seggio. Il secondo episodio invece si riferisce ad una persona che voleva votare all’esterno della cabina elettorale. Ripreso per dye volte dal presidente di seggio , si è deciso ad entrare nella cabina ma non senza rivolgere duri attacchi verbali.. Nuovo intervento dei carabinieri per sedare l’animo dell’elettore ed accompagnarlo fuori. Altri episodi si sono registrati nei seggi del Vallo di Diano con chiusure anche a mattina inoltrata considerata la lente…