14/03/16

Teggiano, possibile sorgente di acqua sulfurea scoperta dal Codacons: il video

Potrebbe essere una sorgente di acqua sulfurea quella individuata dal dott. Salvatore Gasparro nella parte estrema della “zona industriale” di Pantano di Teggiano.A darne notizia è Roberto De Luca, responsabile della sede Codacons Vallo di Diano, che sottolinea come nell’area in questione un sito di elevato pregio ambientale coesista con l’area PIP. Il sito, individuato dalla Carta di destinazione d’uso del territorio (approvata dalla Comunità Montana locale nel febbraio 2003) è denominato “Areale della cicogna” per la presenza periodica della cicogna bianca, che anche quest’anno è tornata a nidificare sull’ormai famoso traliccio dell’Enel.“la sorgente di acqua sulfurea –evidenzia Roberto De Luca- è stata individuata circa 6 Km di distanza da quella scoperta, nella primavera del 2010, in via Molinella in Silla di Sassano. Le sorgenti –continua De Luca- hanno in comune un fatto: sono poste a ridosso delle isole ecologiche dei rispettivi paesi, segno che la natura sa anche essere beffarda, a volte”. Secondo il responsabile del Codacons Vallo di Diano la prima sorgente è stata completamente ignorata dall’amministrazione comunale di Sassano, che avrebbe provveduto a coprirla.“Nessuna analisi e nessuna indagine fatta –conferma De Luca- eppure, potrebbe esistere una vena acquifera sotterranea abbastanza estesa, lungo la fascia pedemontana che va da Silla a Pantano”. Per il Codacons tutto ciò potrebbe trasformarsi in risorsa, ed in un vero e proprio tesoro nascosti. “Si pensi solamente –sottolinea De Luca- all’indotto che si potrebbe creare intorno a un possibile sfruttamento delle sorgenti. Per questo –annuncia il responsabile del Codacond Vallo di Diano- ci rivolgeremo al Commissario del Comune di Teggiano, quando il 15 Marzo una nostra delegazione andrà a colloquio per parlare della gestione delle risorse idriche. Faremo un appello affinché si possa cominciare già da oggi a conoscere la natura del liquido della sorgente, oltre a parlare della questione CONSAC S.p.A. Chiederemo –conclude Roberto De Luca- che venga lasciato, alla futura amministrazione, un memorandum sulle cose fatte e da fare, affinché questo prezioso dono di primavera possa essere raccolto dalle future generazioni”.-italia2tv-

0 commenti:

Posta un commento