Passa ai contenuti principali

Ospedale Polla. Carenza di personale specialistico e consulenze esterne, l’allarme di UIL FPL "Le risorse vengano impiegate per assumere nuove unità di personale medico"

La UIL FPL Salerno, tramite un documento a firma del Segretario delle Politiche sanitarie Biagio Tomasco, entra nel merito della questione legata all’attivazione di varie tipologie di consulenza esterna per sopperire alla carenza di personale medico specialistico dei presidi ospedalieri di Polla, Vallo della Lucania, Eboli e Roccadaspide, particolarmente per le branche di Emodinamica – UTIC, Chirurgia Vascolare, Radiologia e Neuroradiologia. “Appare evidente che il perdurare del blocco del turn over imposto dalla struttura commissariale regionale abbia acuito in maniera esponenziale la carenza di personale medico per cui, se non vi sarà un’inversione di tendenza rapida e decisa, si avranno probabili chiusure di servizi ed Unità Operative, con la conseguente compressione del diritto alla salute dei cittadini della provincia di Salerno – si legge nella lettera – La situazione viene percepita per gli Ospedali di Eboli, Roccadaspide e di Polla, soprattutto nei settori della cardiologia – UTIC e radiologia”. “Settori importantissimi, come la radiologia, sono costretti a rimodulare la propria offerta per mancanza di personale medico, tanto che ad oggi risultano bloccati tutti quei PACS che abbisognino di una semplice ecografia – continua – La risonanza magnetica, nonostante una imponente richiesta, funziona a singhiozzo per i pazienti degenti, con il risultato di allungare a dismisura le liste di attesa”. “L’Ospedale di Roccadaspide, collocato in area interna, rappresenta ad oggi l’unico presidio in grado di dare risposta immediata alle patologie tempo dipendenti, quali quelle cardiache, ma non è certo con l’attivazione delle consulenze che si può far fronte alla richiesta di salute della popolazione – scrive Tomasco – L’Ospedale di Polla, situato in un territorio ai confini con la regione Basilicata, vive un momento tragico per quanto concerne la disponibilità di personale medico, soprattutto relativamente a quelle patologie correlate all’incidenza dei tumori e delle aritmie cardiache, che in quel territorio sono in continuo aumento e che, stante la precarietà di personale medico, rappresentano una delle maggiori voci di mobilità passiva”. “Le convenzioni ad oggi poste in essere non sono la risoluzione del problema. Molto probabilmente, le ore richieste non potranno essere rese dai sanitari specialisti, in considerazione dei limiti imposti dal D. Lgs. 161/2014, ovvero probabilmente le 48 ore mensili che gli stessi potrebbero prestare le avranno già prestate, in tutto o in parte, nell’azienda di appartenenza, con il risultato di avere acceso convenzioni non idonee a risolvere il problema – conclude – Le risorse vengano impiegate per assumere nuove unità di personale medico“. – Filomena Chiappardo ondanews–

Commenti

Post popolari in questo blog

Casa Surace a Sanremo 2018. “Proveremo a far mangiare il caciocavallo a Claudio Baglioni”

I ragazzi di Casa Surace e Sanremo 2018 sono il binomio che da qualche ora impazza sui social e, in particolare, nel Vallo di Diano, terra di origine di parte dei componenti della casa di produzione ormai nota in lungo e in largo per tutto lo Stivale grazie ai divertenti video, dal chiaro sapore meridionale, che mettono in evidenza vizi e virtù della generazione ai tempi dei social.Andrea Di Maria, Daniele Pugliese, Bruno Galasso, Riccardo Betteghella e gli altri “coinquilini” saranno infatti tra i protagonisti della 68^ edizione del Festival della Canzone Italiana in onda su Raiuno dal 6 al 10 febbraio, condotta da Claudio Baglioni in compagnia di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.Il ruolo di Andrea & Co. sarà particolare e decisamente social. Da metà gennaio, infatti, i ragazzi di Casa Surace partiranno in tour dal Sud (il luogo di partenza è in fase di definizione) diretti verso Sanremo. Nel corso del viaggio per la “Città dei Fiori” riempiranno un pacco con oggetti, me…

Entra in una concessionaria di Atena Lucana e porta via un’auto. Caccia al ladro

Una Fiat Panda è stata rubata nella mattinata di ieri dal piazzale della rivendita auto “Superauto” di Atena Lucana. Un uomo claudicante, probabilmente tra i 30 e i 35 anni, si è introdotto nella concessionaria e ha rubato l’auto, sprovvista di documenti e polizza assicurativa. Il titolare della concessionaria, dopo essersi reso conto della mancanza dell’auto, ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione di Sala Consilina che ora indagano per risalire all’autore del furto, utilizzando anche gli elementi forniti dal sistema di videosorveglianza.-ondanews-

Arbitri. 8 nuovi giovani fischietti della Sezione AIA di Sala Consilina superano gli esami di fine corso

Si sono svolti gli esami di fine corso per l’abilitazione al ruolo di arbitro di calcio. A presiedere la commissione d’esame il componente del Comitato Regionale Arbitri Vincenzo Francese della sezione di Battipaglia. In commissione anche il presidente della sezione di Sala Consilina Gianpiero Cafaro e l’organo tecnico Massimo Manzolillo.Domenico Tropiano invece nella funzione di segretario. L’esito positivo degli esami ha fatto sì che la sezione di Sala Consilina abbia acquisito 8 nuovi arbitri: Antonio Boccia, Daniele D’Alessio, Domenico D’Elia, Rocco Gallo, Emidio Lovaglio, Martino Monaco, Eleonora Tonti e Gianmarco Vegliante.Al termine degli esami, il presidente Cafaro e il componente Franzese, soddisfatti per il risultato conseguito, hanno espresso ai nuovi arbitri, oltre al benvenuto nella famiglia arbitrale, un grande in bocca al lupo per l’esperienza che stanno per intraprendere ricordando come sia fondamentale impegnarsi fin da subito per poter raggiungere i propri obiettivi…