Passa ai contenuti principali

Olio di oliva tunisino sul mercato italiano. Scattano le proteste degli olivicoltori

La commissione commercio internazionale del Parlamento Europeo ha approvato il progetto di importazione senza dazi doganali, di circa 35mila tonnellate di olio di oliva tunisino per i prossimi due anni, che si andranno ad aggiungere alle circa 57mila tonnellate già presente nel nostro continente. “Una decisione maturata per mostrare solidarietà nei confronti della grave crisi economica tunisina, ma che ha sollevato proteste da parte dei piccoli olivicoltori italiani. – commenta Carmine Pecoraro, presidente della Confederazione Italiana Agricoltori di Salerno – L’Italia è costituita dal 78% di territori rurali e al sud sono presenti piccoli olivicoltori non tutelati da provvedimenti simili”. La decisione colpisce molte aziende, tra cui piccole realtà del Cilento, Tanagro e Vallo di Diano, che producono olio extravergine di oliva di eccellenza. “ Siamo scesi in campo per contrastare l’approvazione di questo progetto, – continua Pecoraro – abbiamo contattato l’On. De Castro per proporre una sospensione del provvedimento e discutere un piano alternativo”. A fine Febbraio l’Assemblea di Strasburgo dovrà pronunciarsi sulla legge. “I costi alti e le minime quantità di olio ottenuto rappresentano problematiche con cui il produttore deve scontrarsi quotidianamente, – conclude l’agronomo Leonardo Feola – ma che consentono alle grandi e medie imprese di introdurre oli stranieri sul mercato italiano a costi bassi. Siamo invasi da oli spagnoli, tunisini e greci ma bisogna concentrare l’attenzione del consumatore medio sulla tipicità degli oli italiani”. – Rosanna Raimondo ondanews –

Commenti

Post popolari in questo blog

La rotonda di Caggiano è maledetta per i camion: un altro autoarticolato di traverso

C’è qualcosa che non va alla rotonda di Caggiano. Infatti questa mattina, poco dopo l’alba, un altro camion si è girato e si è posizionato in modo perpendicolare rispetto alla carreggiata. Per fortuna nessuna conseguenza per il conducente del mezzo pesante ma ancora una volta disagi per la circolazione stradale. Ancora una volta perché quel tratto di strada vede spesso incidenti simili. Solo una settimana fa un altro camion si è intraversato e sono servite diverse ore di lavoro per liberare il tratto stradale. Occorreranno delle verifiche, quindi.-italia2tv-

Sala Consilina : L'attrice Cristina Cappelli approda alla Scuola di Teatro "Paolo Grassi" di Milano

La Cooperativa Culturale La Cantina delle Arti comunica che una delle giovani attrici della Compagnia, Cristina Cappelli (nella foto con il maestro Enzo D'Arco), approda, dopo una dura selezione, alla Scuola di Teatro "Paolo Grassi" di Milano. Cristina si è avvicinata, a soli 14 anni, al Teatro della Cantina attraverso uno dei tanti Laboratori teatrali organizzati. Successivamente è entrata a far parte della Compagnia teatrale "La Cantina delle Arti": il Maestro Enzo D'Arco, capo-comico della Compagnia, ne ha scoperto le potenzialità e l'ha sempre sostenuta, fino al raggiungimento di questo importante traguardo. "La Cantina delle Arti si pone come baluardo Culturale-Artistico non solo per le attività proposte ma anche per la capacità di offrire ai giovani opportunità di formazione e di inserimento nel mondo dell'Arte teatrale - dicono i componenti della Compagnia - Ancora congratulazioni alla nostra Cristina Cappelli e come noi teatranti di…

Buonabitacolo (SA) : Perquisita questa mattina la casa di Giancarlo Guercio

Perquisita questa mattina su disposizione della Procura della Repubblica di Sala Consilina, la casa del segretario di Sinistra Ecologia e Libertà del Vallo di Diano-Golfo di Policastro, Giancarlo Guercio. Due agenti della Questura si sono prima recati presso l’abitazione della madre a Buonabitacolo e poi, in base alle informazioni della donna, presso l’abitazione di Policastro dove da qualche tempo vive Giancarlo Guercio. I due agenti hanno sequestrato il PC e alcune cassette, in relazione alla tragica morte del 21enne Massimo Casalnuovo avvenuta il 20 agosto scorso. Appena diffusasi la notizia, su Facebook si è scatenata immediatamente una vera e propria gara di solidarietà nei confronti dell’uomo politico da parte di moltissimi suoi amici, non condividendo un’azione "così forte" nei confronti di una persona animata soltanto dal desiderio di sapere la verità sulla morte di Massimo Casalnuovo, fino ad arrivare a togliergli il suo strumento di lavoro, rappresentato dal perso…