Passa ai contenuti principali

Teggiano: la Banca Monte Pruno contribuisce al restauro dell’ex Cappella dell’Addolorata

Continua, da parte della Banca Monte Pruno, la forte azione di supporto a favore del territorio e a tutela del patrimonio artistico presente su di esso. In collaborazione con la Diocesi Teggiano – Policastro, guidata da Sua Eccellenza Mons. Antonio De Luca, è stato avviato il restauro del prezioso ciclo di affreschi nell’ex Cappella dell’Addolorata, all’interno del Museo Diocesano “San Pietro” a Teggiano. L’ex Cappella dell’Addolorata è uno degli ambienti architettonici e stilistici meglio conservati dell’antica Chiesa di San Pietro, sia per la presenza del ciclo pittorico settecentesco sia per la monumentale tomba quattrocentesca in stucco policromo del soldato Bartolomeo Francone, un unicum in area, dal punto di vista costruttivo e raffigurativo, con rimandi stilistici alla tomba Coppola del Duomo di Scala, in Costiera Amalfitana. Le operazioni di salvaguardia, rese possibili grazie all’intervento economico dell’Istituto di credito cooperativo, riguardano le volte, i sottarchi del vano, la parete laterale e la tomba in stucco policromo del milite Bartolomeo Francone, mirate, nel complesso, ad un’azione di recupero di uno degli spazi pittorici e scultorei più interessanti della Città di Teggiano e del comprensorio del Vallo di Diano. “Non si tratta – ha dichiarato il Presidente della Banca Monte Pruno Anna Miscia – del primo intervento della specie messo in atto dalla nostra Banca all’interno del Museo Diocesano di Teggiano. Meno di due anni fa, infatti, abbiamo partecipato al restauro della Pala Mariana. Il nostro contributo vuole sostenere l’importante azione della Diocesi e di Sua Eccellenza Mons. Antonio De Luca, i quali puntano a non disperdere e, quindi, conservare l’enorme patrimonio artistico presente sul territorio della Diocesi. Essere una Banca di Credito Cooperativo significa anche questo, cioè essere presenti in circostanze del genere, contribuendo concretamente quando c’è necessità di intervenire”. “Il restauro del ciclo decorativo dei Dolori di Maria al Museo Diocesano – ha concluso S.E. Mons. Antonio De Luca – rappresenta la volontà della Diocesi di Teggiano-Policastro di proseguire nel percorso culturale di recupero della memoria storica ed identitaria del nostro territorio, nel segno di una specifica riappropriazione dei valori che un tempo hanno segnato le nostre comunità. Nell’anno giubilare della Misericordia, recuperare alla fruizione, ma soprattutto alla memoria collettiva, queste immagini relative al rapporto di Maria con le sofferenze del proprio Figlio, equivale anche a concentrarsi sul significato del dolore e della sofferenza e su come la Santa Vergine li abbia affrontati con pazienza e dedizione, insegnandoci ad affrontare meglio la nostra vita terrena”. – ondanews –

Commenti

Post popolari in questo blog

Casa Surace a Sanremo 2018. “Proveremo a far mangiare il caciocavallo a Claudio Baglioni”

I ragazzi di Casa Surace e Sanremo 2018 sono il binomio che da qualche ora impazza sui social e, in particolare, nel Vallo di Diano, terra di origine di parte dei componenti della casa di produzione ormai nota in lungo e in largo per tutto lo Stivale grazie ai divertenti video, dal chiaro sapore meridionale, che mettono in evidenza vizi e virtù della generazione ai tempi dei social.Andrea Di Maria, Daniele Pugliese, Bruno Galasso, Riccardo Betteghella e gli altri “coinquilini” saranno infatti tra i protagonisti della 68^ edizione del Festival della Canzone Italiana in onda su Raiuno dal 6 al 10 febbraio, condotta da Claudio Baglioni in compagnia di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.Il ruolo di Andrea & Co. sarà particolare e decisamente social. Da metà gennaio, infatti, i ragazzi di Casa Surace partiranno in tour dal Sud (il luogo di partenza è in fase di definizione) diretti verso Sanremo. Nel corso del viaggio per la “Città dei Fiori” riempiranno un pacco con oggetti, me…

Entra in una concessionaria di Atena Lucana e porta via un’auto. Caccia al ladro

Una Fiat Panda è stata rubata nella mattinata di ieri dal piazzale della rivendita auto “Superauto” di Atena Lucana. Un uomo claudicante, probabilmente tra i 30 e i 35 anni, si è introdotto nella concessionaria e ha rubato l’auto, sprovvista di documenti e polizza assicurativa. Il titolare della concessionaria, dopo essersi reso conto della mancanza dell’auto, ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione di Sala Consilina che ora indagano per risalire all’autore del furto, utilizzando anche gli elementi forniti dal sistema di videosorveglianza.-ondanews-

Arbitri. 8 nuovi giovani fischietti della Sezione AIA di Sala Consilina superano gli esami di fine corso

Si sono svolti gli esami di fine corso per l’abilitazione al ruolo di arbitro di calcio. A presiedere la commissione d’esame il componente del Comitato Regionale Arbitri Vincenzo Francese della sezione di Battipaglia. In commissione anche il presidente della sezione di Sala Consilina Gianpiero Cafaro e l’organo tecnico Massimo Manzolillo.Domenico Tropiano invece nella funzione di segretario. L’esito positivo degli esami ha fatto sì che la sezione di Sala Consilina abbia acquisito 8 nuovi arbitri: Antonio Boccia, Daniele D’Alessio, Domenico D’Elia, Rocco Gallo, Emidio Lovaglio, Martino Monaco, Eleonora Tonti e Gianmarco Vegliante.Al termine degli esami, il presidente Cafaro e il componente Franzese, soddisfatti per il risultato conseguito, hanno espresso ai nuovi arbitri, oltre al benvenuto nella famiglia arbitrale, un grande in bocca al lupo per l’esperienza che stanno per intraprendere ricordando come sia fondamentale impegnarsi fin da subito per poter raggiungere i propri obiettivi…