18/01/16

Neve e Gelo nel Vallo, al lavoro i volontari della Protezione Civile di Padula. Scuole chiuse in alcuni comuni

Come previsto l’ondata di freddo, neve e gelo attesa nel fine settimana ha imbiancato anche il Vallo di Diano. Ordinanze preventive di chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per oggi sono state decise già nella serata di domenica a Teggiano, Monte San Giacomo e Caggiano. Questa mattina gli aggiornamenti hanno riguardato la chiusura delle scuole di Sassano, Polla, Atena Lucana e in parte di Padula, dove resta chiuso il Liceo Scientifico “C. Pisacane”. Scuole regolarmente aperte a Sala Consilina, come confermato dall’assessore Mimma Ferrari raggiunta telefonicamente questa mattina dopo le 8:00.A Padula è stato un week-end di duro lavoro l’Associazione Protezione Civile di Padula. I volontari guidati dal presidente Giuseppe Pisano per tutto il fine settimana sono stati impegnati per le opere di prevenzione connesse al rischio neve.In particolar modo a preoccupare è stato il gelo, e per questo motivo si è provveduto a spargere il sale per tutte le strade di Padula, per permettere la viabilitàe per far andare a lavoro i cittadini questa mattina.Particolare attenzione è stata riservata alle persone che hanno esigenze di dialisi e cure simili. Per tutta la notte e anche questa mattina è’ attivo un presidio nella sede dell’Associazione Protezione Civile a Padula Scalo, in attesa di conoscere l’evoluzione meteo. Intanto per tutta la giornata di oggi proseguiranno le attività di spargimento sale e di eventuale rimozione della neve nel territorio padulese per garantire la viabilità.In generale questa mattina nel Vallo di Diano le arterie principali risultavano, alle ore 7.30, praticabili con difficoltà, almeno a sentire le testimonianze degli automobilisti. Le strade provinciali e comunali risultavano coperte di neve un pò dappertutto. I collegamenti con il capoluogo di provincia sono attivi. “In queste condizioni -sottolinea il responsabile della sede Codacons del Vallo di Diano Roberto De Luca- e a fronte della solita inerzia, non credo sia opportuno mantenere l’apertura degli istituti scolastici locali nei comuni che ancora non ne hanno decretato la chiusura. Si aspettano notizie tempestive. Chiediamo che si prenda responsabilmente atto dello stato di pericolo per gli studenti su alcune strade dei paesi del Vallo di Diano”.-italia2tv-

0 commenti:

Posta un commento