19/11/15

Sala Consilina & Rifiuti, decreto ingiuntivo da Ergon per 1milione di euro. Garofalo: “Pretese assurde”

I rifiuti rischiano di costare molto cari al Comune di Sala Consilina: è arrivato infatti il decreto ingiuntivo della Ergon al Comune salese, per il pagamento di 1milione e 62mila euro. Lo si apprende dall’Albo Pretorio on line, dove è stata pubblicata la determina con la quale il Comune salese conferisce l’incarico legale all’Avv. Francesco Alliegro di Padula per rappresentare e difendere l’Ente nel giudizio in questione. Il decreto ingiuntivo della Ergon risale al 14 Agosto scorso, ed è stato notificato pedissequamente al ricorso per ingiunzione di pagamento, con il quale il Tribunale di Lagonegro ha ingiunto al Comune di Sala Consilina di pagare, entro il termine di quaranta giorni dalla notifica, alla ERGON spa in liquidazione la somma di 1milione 62mila 138 euro. Il Comune di Sala Consilina ha deciso di opporsi al decreto, come la legge gli consente, e con delibera dell’1 Ottobre scorso l’Ente si è costituito dinanzi al Tribunale di Lagonegro. L’atto ingiuntivo della Ergon al Comune di Sala Consilina non sarebbe l’unico prodotto dalla Società con sede a Camerino di San Rufo: la stessa sorte sarebbe toccata a diversi comuni del Vallo di Diano. Nel caso di Sala Consilina l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Cavallone non ritiene assolutamente di dover pagare la cifra richiesta. In particolare l’Assessore all’Ambiente Vincenzo Garofalo spiega che ormai da diversi anni Sala Consilina non ha più nulla a che fare con la Ergon né per il conferimento dei rifiuti né per altri servizi. “Davvero assurdo –conferma Garofalo- che ci vengano richieste le quote consortili quando invece addirittura fino allo scorso hanno il nostro comune ha pagato direttamente i nostri 4 dipendenti in quota Ergon. E poi –continua Garofalo- la Ergon da un lato pretende il pagamento delle quote consortili e dall’altro intasca i proventi della raccolta differenziata: da un calcolo fatto secondo noi tra dare ed avere i conti sono pari tra Ergon e Comune di Sala Consilina”.-italia2tv-

0 commenti:

Posta un commento