26/10/15

Teggiano: fedeli in montagna per portare la statua della Madonna, scoprono una chiesa antica

Una chiesa probabilmente del V secolo dopo Cristo scoperta durante una passeggiata in montagna. E’ quanto accaduto a Teggiano. Occorre naturalmente avere le conferme da parte delle autorità competenti ma quanto avvenuto ieri a Teggiano, sul cozzo dell’Angelo, è una bella storia da raccontare. L’associazione Amici di San Paolo, con i consiglieri Sonia Marino e Lisa Babino tra gli altri tra i partecipanti e con il nuovo parroco di San Marco, Vincenzo Gallo, e numerosi cittadini sia di Teggiano che di San Rufo. Andiamo ai fatti. L’associazione Amici di San Paolo vuole portare in cima al Monte una statuetta della Madonna a protezione di tutto il Vallo di Diano. Si tratta di un’aera che si erge sul territorio e da dove è possibile ammirare il Vallo da Caggiano a Montesano sulla Marcellana. Si vede anche la cima del Monte di Viggiano e si individua quasi il puntino della Chiesa della Madonna nera. Inoltre alle spalle si controlla la Sella del Corticato che è l’accesso dal lato Tirrenico. L’idea dell’associazione è quella di portare portare la madonnina e una croce con una luce a led, così che la notte si potesse vedere, a protezione del territorio. Il gruppo di volontari che ha costruito la croce con un mulo verso le otto del mattino sale su monte e comincia a lavorare, scavando una buca per posizionare il crocifisso. La seconda parte della delegazione don Don Vincenzo Gallo pare un po’ più tardi per benedire croce e madonnina. Una volta arrivati sul posto ecco la scoperto. I volontari trovano un muro e continuano a scavare per capirne le dimensioni. L’ex assessore ai beni culturali, Sonia Maria, si accorge però che non è un muro qualsiasi. Ci sono dei dipinti. I bambini presenti a quel punto raccolgono e scartano tutti i frammenti che non avevano distinto fossero parte dell’affresco. A questo punto i volontari con una delicatezza cominciano a togliere la terra dallo scavo rendendosi conto anche loro della parte di figura che stava venendo fuori. Decidono quindi di coprire bene l’opera e avvertire la Sopraintendenza per dire cosa scoperto. A breve ci saranno delle ulteriori indagini per capire di cosa si tratta. La prima ip0tesi è che si possa trattare di una chiesetta del V secolo dopo Cristo.-italia2tv-

0 commenti:

Posta un commento