Passa ai contenuti principali

Teggiano, atteso un bagno di folla per la conclusione de “Alla Tavola della Principessa Costanza”

Ultimo giorno a Teggiano per la kermesse regina dell’Estate valdianese “Alla Tavola della Principessa Costanza”. Come sempre nella giornata conclusiva è prevista una vera e propria invasione di turisti e visitatori nella Città d’arte del Vallo di Diano, provenienti da ogni parte d’Italia.Tra le tante attrazioni della manifestazione, cresce l’apprezzamento per l’Assalto al Castello, ricostruzione scenografica e teatrale liberamente tratta dagli eventi storici che nel 1495 videro l’assedio di Diano da parte del re aragonese, in guerra contro Antonello Sanseverino.A curare l’Assalto è il regista Massimo Cinque, che quest’anno ha voluto introdurre alcune importanti novità. Tra le tante attrazioni della kermesse grande successo quest’anno per i “Falconieri dell’Irno” e per i loro bellissimi esemplari alati. A seguire il comunicato stampa sull’ultima giornata della kermesse “Alla Tavola della Principessa Costanza” edizione 2015: “Si conclude questa sera a Teggiano (Salerno) la XXII edizione della festa medievale “Alla Tavola della Principessa Costanza”. Nei primi due giorni dell’appuntamento sono stati migliaia i turisti che hanno affollato il caratteristico centro storico della città d’arte del Vallo di Diano. Le piazze e le caratteristiche viuzze del borgo antico teggianese sono state animate da spettacoli di vario genere con protagonisti personaggi in costume, mercanti, artigiani, acrobati, giullari, trampolieri, mangiatori di spade e cantastorie. Ed anche questa sera a Teggiano, a partire dalle ore 18,00, si potrà respirare un’atmosfera d’altri tempi con le ricostruzioni di ambientazioni medievali e di antichi mestieri, con personaggi vestiti con abiti d’epoca, con la degustazione di pietanze preparate con ricette medievali offerte nelle diverse taverne presenti lungo un suggestivo percorso gastronomico. Oltre 500 figuranti sono, poi, i protagonisti dello sfarzoso corteo storico che rievoca l’arrivo nell’agosto del 1481 a Diano della principessa Costanza, figlia di Federico da Montefeltro, duca di Urbino, la quale, l’anno precedente, aveva sposato Antonello Sanseverino, Principe di Salerno e grande Ammiraglio del Regno. Ma l’evento nell’evento è rappresentato dalla magistrale ricostruzione teatrale dell’”Assalto al Castello” con la riproposizione dell’Assedio di Diano del 1497 . Uno spettacolo, diretto dal regista Rai Massimo Cinque, che, in chiave cinematografica, propone effetti speciali di luci e di suoni con protagonisti oltre 150 tra trombonieri ed archibugieri i quali simulano l’assalto al castello Macchiaroli. Fiocchi di neve artificiale si posano sulle mura dell’antico maniero che al termine dello spettacolo viene “incendiato” lasciando esterrefatti gli spettatori. Sino a tarda notte, infine, saranno visitabili, attraverso visite guidate, tre strutture museali (Museo Diocesano, Museo delle Erbe ed il Museo degli Usi e Tradizioni del Vallo di Diano), palazzi gentilizi e le numerose chiese presenti nel del centro storico. “Alla Tavola della Principessa Costanza”, organizzata dalla Pro Loco di Teggiano, è patrocinata, tra gli altri, dal Comune di Teggiano, dalla Camera di Commercio di Salerno, dalla BCC Monte Pruno, dal Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e da diverse realtà imprenditoriali del Vallo di Diano”.

Commenti

Post popolari in questo blog

Casa Surace a Sanremo 2018. “Proveremo a far mangiare il caciocavallo a Claudio Baglioni”

I ragazzi di Casa Surace e Sanremo 2018 sono il binomio che da qualche ora impazza sui social e, in particolare, nel Vallo di Diano, terra di origine di parte dei componenti della casa di produzione ormai nota in lungo e in largo per tutto lo Stivale grazie ai divertenti video, dal chiaro sapore meridionale, che mettono in evidenza vizi e virtù della generazione ai tempi dei social.Andrea Di Maria, Daniele Pugliese, Bruno Galasso, Riccardo Betteghella e gli altri “coinquilini” saranno infatti tra i protagonisti della 68^ edizione del Festival della Canzone Italiana in onda su Raiuno dal 6 al 10 febbraio, condotta da Claudio Baglioni in compagnia di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.Il ruolo di Andrea & Co. sarà particolare e decisamente social. Da metà gennaio, infatti, i ragazzi di Casa Surace partiranno in tour dal Sud (il luogo di partenza è in fase di definizione) diretti verso Sanremo. Nel corso del viaggio per la “Città dei Fiori” riempiranno un pacco con oggetti, me…

Trovato senza vita sotto il Ponte Valiterno a Sacco il 35enne di Sala Consilina Diego Campiglia

È stato trovato senza vita nel crepaccio sotto il ponte Valiterno lungo la Strada Provinciale 11 del Corticato, nei pressi del centro abitato di Sacco, Diego Campiglia, il 35enne di Sala Consilina di cui non si avevano più notizie da ieri pomeriggio. Le ricerche del giovane si sono protratte per tutta la notte e questa mattina è avvenuto il tragico ritrovamento. Il recupero della salma è stato affidato ai Vigili del Fuoco rocciatori del Comando Provinciale di Salerno. Le tracce del 35enne si erano perse subito dopo uno scontro tra la sua Peugeot ed un’Alfa Romeo Giulietta avvenuto lungo la SP11. Diego Campiglia si era allontanato dileguandosi nel vuoto. Sul posto per le ricerche sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania diretti dal Capitano Mannaro Malgieri, i Vigili del Fuoco del Distaccamento di Sala Consilina, quelli del Soccorso Alpino Fluviale di Salerno e i volontari di Protezione civile. L’uomo lascia la moglie e due bambine. – Chiara Di Miele…

Nel Vallo di Diano: lo scrutinio dura troppo, marito pretende che la moglie scrutatrice torni a casa prima. Intervengono i carabinieri

Episodi quanto meno particolari e parole grosse sono volate all’interno di un seggio del Vallo di Diano. L’episodio più “strano” è capitato intorno alle 5 del mattino quando, un uomo ha chiesto al presidente, non con toni gentilissimi, di far tornare la moglie, scrutatrice, a casa considerato che fosse tardi. L’uomo, ha ascoltato l’intervento del presidente di seggio che spiegava che la cosa non era possibile, e ha iniziato ad inveire tanto che il presidente si è visto costretto a chiamare i carabinieri per farlo allontanare dal seggio. Il secondo episodio invece si riferisce ad una persona che voleva votare all’esterno della cabina elettorale. Ripreso per dye volte dal presidente di seggio , si è deciso ad entrare nella cabina ma non senza rivolgere duri attacchi verbali.. Nuovo intervento dei carabinieri per sedare l’animo dell’elettore ed accompagnarlo fuori. Altri episodi si sono registrati nei seggi del Vallo di Diano con chiusure anche a mattina inoltrata considerata la lente…