Passa ai contenuti principali

Sito di stoccaggio di prodotti petroliferi a Polla. Atena Lucana non ci sta: “Scelte contrarie alla vocazione del Vallo di Diano”

Torna alla ribalta il sito di stoccaggio di prodotti petroliferi da costruire nell’area Pip di Polla. E ancora una volta è il Comune di Atena Lucana che si oppone al progetto. In un documento diretto al Comune di Polla, il vice sindaco Sergio Annunziata, dice di no e lo fa con toni duri. “Chiediamo al Responsabile dell’Area tecnica di rigettare la richiesta della ditta Fratelli Criscuolo e al sindaco di intervenire a breve per meglio regolamentare la propria zona Pip indicando a monte le attività che legittimamente il Comune di Polla vorrà ritenere divergere con le esistenti attività e con il territorio del Vallo di Diano”. Ma per arrivare a queste conclusioni, Annunziata, ha elencato una serie di osservazioni (scritte in seguito all’invito del Comune di Polla di partecipare al procedimento) partendo dal cambio della figura apicale del Responsabile dell’Area tecnica di Polla (ora è Michele Napoli). “Si tratta di scelte politiche – scrive Annunziata in merito al progetto di delocalizzare il sito dei Criscuolo ora a Polla nella zona di villaggio San Pietro – palesemente contrarie alla vocazione del nostro territorio e alle scelte dell’area Pip di Polla e andrebbero condivise con l’intero comprensorio. Un sito di stoccaggio di prodotti petroliferi non può passare inosservato e non può che creare problemi alle strutture esistenti nonché dissuadere nuove aziende interessate al territorio ancorché ridotto”. Annunziata ricorda la presenza nei pressi dell’area industriale della fonte di Sant’Antuono. “Immaginiamo se un silos di stoccaggio di prodotti petroliferi prendesse fuoco, sarebbe inimmaginabile il danno ambientale per l’intero Vallo di diano”. Le considerazioni dell’Amministrazione di Atena Lucana partono in seguito alla presentazione di un nuovo progetto. “Inizialmente – scrive ancora Annunziata – era prevista la realizzazione di tre silos di 240 metri cubi oltre alle opere relative alla palazzina e a quelle accessorie. In seconda battuta è stata prodotta una integrazione in sostituzione con la quale si rileva che i silos diventano due con la possibilità di costruirne un terzo. Ma in questi progetti non vi è la presenza di uno studio Vas e riteniamo che vada interessata l’Autorità di Bacino Interregionale”. Annunziata, inoltre, solleva anche dubbi sulla regolamentazione dell’area Pip di Polla da parte del Comune guidato da Rocco Giuliano. “Si rischia di far capire che per regolamento si possono installare serbatoi con una capacità massima di di 250 metri cubi senza limiti al numero di serbatoi, un paradosso che potrebbe far felice l’Eni e le multinazionali”.-italia2tv.

Commenti

Post popolari in questo blog

Casa Surace a Sanremo 2018. “Proveremo a far mangiare il caciocavallo a Claudio Baglioni”

I ragazzi di Casa Surace e Sanremo 2018 sono il binomio che da qualche ora impazza sui social e, in particolare, nel Vallo di Diano, terra di origine di parte dei componenti della casa di produzione ormai nota in lungo e in largo per tutto lo Stivale grazie ai divertenti video, dal chiaro sapore meridionale, che mettono in evidenza vizi e virtù della generazione ai tempi dei social.Andrea Di Maria, Daniele Pugliese, Bruno Galasso, Riccardo Betteghella e gli altri “coinquilini” saranno infatti tra i protagonisti della 68^ edizione del Festival della Canzone Italiana in onda su Raiuno dal 6 al 10 febbraio, condotta da Claudio Baglioni in compagnia di Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino.Il ruolo di Andrea & Co. sarà particolare e decisamente social. Da metà gennaio, infatti, i ragazzi di Casa Surace partiranno in tour dal Sud (il luogo di partenza è in fase di definizione) diretti verso Sanremo. Nel corso del viaggio per la “Città dei Fiori” riempiranno un pacco con oggetti, me…

Entra in una concessionaria di Atena Lucana e porta via un’auto. Caccia al ladro

Una Fiat Panda è stata rubata nella mattinata di ieri dal piazzale della rivendita auto “Superauto” di Atena Lucana. Un uomo claudicante, probabilmente tra i 30 e i 35 anni, si è introdotto nella concessionaria e ha rubato l’auto, sprovvista di documenti e polizza assicurativa. Il titolare della concessionaria, dopo essersi reso conto della mancanza dell’auto, ha denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione di Sala Consilina che ora indagano per risalire all’autore del furto, utilizzando anche gli elementi forniti dal sistema di videosorveglianza.-ondanews-

Arbitri. 8 nuovi giovani fischietti della Sezione AIA di Sala Consilina superano gli esami di fine corso

Si sono svolti gli esami di fine corso per l’abilitazione al ruolo di arbitro di calcio. A presiedere la commissione d’esame il componente del Comitato Regionale Arbitri Vincenzo Francese della sezione di Battipaglia. In commissione anche il presidente della sezione di Sala Consilina Gianpiero Cafaro e l’organo tecnico Massimo Manzolillo.Domenico Tropiano invece nella funzione di segretario. L’esito positivo degli esami ha fatto sì che la sezione di Sala Consilina abbia acquisito 8 nuovi arbitri: Antonio Boccia, Daniele D’Alessio, Domenico D’Elia, Rocco Gallo, Emidio Lovaglio, Martino Monaco, Eleonora Tonti e Gianmarco Vegliante.Al termine degli esami, il presidente Cafaro e il componente Franzese, soddisfatti per il risultato conseguito, hanno espresso ai nuovi arbitri, oltre al benvenuto nella famiglia arbitrale, un grande in bocca al lupo per l’esperienza che stanno per intraprendere ricordando come sia fondamentale impegnarsi fin da subito per poter raggiungere i propri obiettivi…