Passa ai contenuti principali

Montesano sulla Marcellana : Domani presentazione della XVIII edizione del Calendario realizzato dal Centro Studi e Ricerche "Radici"

Come ogni anno prima delle festività natalizie torna il tradizionale appuntamento con il Calendario realizzato dal Centro Studi e Ricerche "Radici" di Montesano sulla Marcellana. La 18^ edizione del Calendario sarà presentata venerdì 21 dicembre, alle ore 17.00, presso il Comune di Montesano SM, alla presenza tra gli altri del Sindaco Donato Fiore Volentini, dei soci fondatori del Centro Studi e del Presidente Angelo Sica. Il Centro Studi, nato nel 2008 con la “mission” di realizzare alcune opere fondamentali per il recupero delle tradizioni locali, ha raccolto 5 anni fa l’eredità del popolarissimo Calendario di Montesano, dopo che le 13 precedenti edizioni erano state realizzate dal Circolo Didattico di Montesano S/M. L’edizione 2013 del Calendario, stampata in 2000 copie, è quindi la quarta realizzata dal Centro Studi e dai suoi soci fondatori, che come sempre hanno dedicato diversi mesi alla ricerca e alla raccolta dei documenti relativi al tema prescelto, attualizzandoli e riproponendoli in una veste caleidoscopica ed accattivante. Per tutti i mesi del 2013 si alterneranno sgargianti ed intriganti pagine dedicate al tema scelto per questa edizione: "Epidemie e Terremoti 1764- 1884 a Montesano sulla Marcellana" Gennaio è dedicato alla carestia del 1764, che affamò la popolazione del salernitano causando anche una epidemia e ben 332 morti a Montesano in un anno: "si mangiavano erbe selvagge condite con sale, che a volte erano velenose, e non mancarono casi di cannibalismo". L'epidemia di Colera del 1836-37 nel Vallo di Diano è il tema affrontato nei 4 mesi successivi: si parte dal mese di Febbraio, con le prime avvisaglie dell'epidemia e le relative conseguenze in particolare nei Comuni di Atena, Padula e Monte San Giacomo, per arrivare al mese di Marzo con le "misure di prevenzione" adottate a Montesano, che però non riuscirono ad evitare il diffondersi della malattia. Come si evince dal mese di Aprile: "Nel 1837 i morti a Montesano furono 225, dei quali 18 per colera" recita il libro dei morti parrocchiali, ma nel successivo mese di Maggio apprendiamo che in realtà le vittime -secondo le comunicazioni dell'allora sindaco Giovanni Supino- furono probabilmente più di 100 nella sola Montesano, su 182 ammalati. Nel mese di Giugno si sviscera l'epidemia di vaiolo del 1839, seguita nello stesso anno da quella di tifo alla quale il Centro Studi dedica il mese di Luglio. Il tremendo terremoto del 1857, che causò più di 10mila vittime in Basilicata e Campania, ed in particolare nella Val D'Agri e nel Vallo di Diano, occupa i mesi di Agosto (con la spedizione scientifica di Robert Mallet), di Settembre (con le conseguenze a Montesano), di Ottobre (con i danni subiti dalle chiese, in particolare quella di Santa Sofia) e di Novembre (con la gratificazione ad un eroico medico di Montesano per l'assistenza prestata ai feriti rimasti imprigionati sotto le macerie degli edifici dopo la scossa). Il mese di Dicembre è dedicato al colera del 1884, con le disposizioni del sindaco e della giunta per affrontare l'epidemia. Dunque anche dietro il calendario 2013 ci sono mesi di lavoro e di ricerche operate dal Centro Studi Radici, con documenti rintracciati presso l’Archivio di Stato di Salerno, varie Biblioteche in Campania e Basilicata, l’Archivio del Comune di Montesano, l’Archivio Parrocchiale e l’opera di Robert Mallet. La grafica del calendario rimane la stessa degli anni precedenti, ed illustrazioni di pregevole fattura completano tutte le pagine. Il Calendario 2013 è stato realizzato grazie al contributo del Comune di Montesano SM e delle BCC di Buonabitacolo e di Sassano, e gode del patrocinio morale dell'Unicef (Comitato Regionale Campano) e del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni. Il Calendario, stampato in 2000 copie,
sarà distribuito gratuitamente alle Scuole e alle Famiglie di Montesano, alle Istituzioni e alle Associazioni del territorio. -Ernesto sica -

Commenti

Post popolari in questo blog

Ritrovato ordigno bellico a Battipaglia. Circa 38mila battipagliesi dovranno essere evacuati

Si è svolta ieri, presso la Prefettura di Salerno, una riunione di coordinamento finalizzata a pianificare le attività connesse alla bonifica di un ordigno bellico, di provenienza anglosassone, ritrovato all’interno di un fondo agricolo nel Comune di Battipaglia. Dai primi approfondimenti è emerso che l’ordigno presenta un innesco a spoletta particolare di tipo a scoppio ritardato, che non consente il trasferimento presso un altro luogo dunque le operazioni di bonifica si svolgeranno necessariamente sul posto. Poiché nel raggio di evacuazione ricadono numerosi servizi ed infrastrutture, compreso l’ospedale “Santa Maria della Speranza”, alla riunione sono stati invitati tutti i gestori delle infrastrutture, ANAS Autostrada A2 del Mediterraneo, ANAS Compartimento Viabilità per la Campania, Trenitalia, R.F.I. – dei servizi e sottoservizi – ASIS Reti ed Impianti, Salerno Energia Distribuzione, ENEL Distribuzione, Telecom Italia e i rappresentanti dell’A.S.L. di Salerno, della Direzione…

Le cicogne in volo sul Vallo di Diano regalano spettacoli mozzafiato

Sono immagini mozzafiato quelle che stamattina ci hanno regalato alcune cicogne in volo sulle campagne tra Polla e Sant’Arsenio. Un gruppo di ben 16 cicogne infatti, ha riempito il cielo azzurro di questa calda giornata di fine febbraio con voli e giochi nell’aria. Ali bianche e lunghi becchi, davanti agli occhi di tanti increduli appassionati di birdwatching e non, si è presentato uno spettacolo offerto dalla natura eguagliabile a pochi. Le cicogne dunque confermano il loro legame stretto con il Vallo di Diano. Già 15 giorni fa era arrivato il primo esemplare di cicogna maschio. Atteso come ormai accade da diversi anni, lo splendido esemplare aveva fatto capolino nelle campagne circostanti il traliccio Enel di località Termini a Sala Consilina per esplorare l’area e per preparare il nido. Non è stato facile però per lui salire sul grosso nido. Nel corso dei mesi invernali, infatti, rifiuti ed erbacce si sono accumulati sul traliccio ENEL, tanto da scoraggiare il maschio di cicogna a…

Incidente stradale a Sant’Arsenio: coinvolto noto avvocato di Sala Consilina

Incidente stradale nel primo pomeriggio di oggi a Sant’Arsenio, in Viale dello Sport, nei pressi del Campo Sportivo “Fratelli Cardiello”. Una Fiat Punto si è scontrata con pick up Mazda. A bordo della Punto un noto avvocato di Sala Consilina, nel pick up un 40enne di Sant’Arsenio. Entrambi sono rimasti feriti nello scontro. I due conducenti sono stati trasporti dai sanitari del 118 all’ospedale “Luigi Curto” di Polla.-italia2tv-